API

API, che cosa sono , cosa fanno, perché sono utili e in che modo vengono utilizzate. Dopo aver letto questo articolo, avrai una migliore comprensione dell’ acronimo API.

Cos’è un’API?

Un’API (Application Programming Interface), definita da Wikipedia, è un insieme di routine, protocolli e strumenti per la creazione di software e applicazioni. In breve, un’API è ciò che gli sviluppatori usano per interagire con un’applicazione, come WordPress, ma prima della versione 4.4 non esisteva tale API in WordPress.

Le API vengono utilizzate in molti modi. Come l’interrogazione di dati, la pubblicazione di dati, il calcolo di attività molto grandi e molte altre cose. Chiunque può creare un’API e la maggior parte delle aziende tecnologiche oggi ha un’API.

Perché le API sono utili?

Le API sono estremamente utili per la comunità degli sviluppatori. Con le API si aprono funzionalità specifiche che erano precluse in precedenza. Ciò significa che gli sviluppatori possono fare affidamento su altre risorse per eseguire una funzione specifica invece di doverla creare da sé. Questo è solo un esempio specifico, ma le API in generale offrono agli sviluppatori l’accesso a queste funzioni che possono sfruttare per creare nuove tecnologie o migliorarne altre.

Come vengono utilizzate le API?

Le API sono utilizzate in molti modi e per molte cose diverse. Tuttavia parleremo brevemente dell’utilizzo delle API nel servizio remoto. Una specifica API come Yahoo! Meteo consente agli sviluppatori di raccogliere dati meteo per una determinata posizione. Il modo in cui gli sviluppatori raccolgono questi dati avviene tramite una richiesta HTTP che esegue il ping dei server di Yahoo !. e richiede i dati in base ai parametri specificati.

Ecco un esempio reale che richiede dati meteo utilizzando Yahoo! API meteo tramite una richiesta HTTP che restituisce i dati nel formato JSON (Javascript Object Notation).

Protocolli API

Yahoo! ha creato il proprio sistema per l’accodamento dei dati tramite la loro API e lo chiamano YQL. Questo sistema consente agli sviluppatori di specificare una query YQL per raccogliere dati anziché utilizzare più protocolli generici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *