3 semplici modi per rendere più colloquiali gli articoli del tuo blog

Probabilmente hai sentito che i tuoi post sul blog devono essere “colloquiali”.

Forse ti è stato anche spiegato perché.
Creare un senso di connessione con il tuo lettore, tenerli impegnati e rendere il tuo blog più simile a una conferenza e più simile a una discussione, è quello che dovresti prendere in considerazione.

È tutto vero. Ma rendere la tua scrittura “colloquiale” può essere più complicato del previsto , specialmente se provieni da un background di lavoro o accademico.

Se i post del tuo blog tendono a sembrare un po ‘aridi e tristi, ecco tre semplici modi per cambiare le cose.

1. Parla direttamente al tuo lettore

Scrivi il tuo articolo come se parlassi ad un lettore specifico. Può aiutarti immaginando una persona reale , qualcuno che conosci nella vita reale o che commenta sul tuo blog. Potresti anche immaginare di inviargli una e-mail o di scrivere un post o un commento su Facebook.

Usa parole come “io” e “tu”, anche se probabilmente a scuola o al lavoro ti è stato insegnato diversamente. Quando stai scrivendo un blog è assolutamente perfetto scrivere della tua esperienza personale e invitare il lettore ad entrare nel tuo post.

Questo è chiaro, la scrittura diretta parla al problema del lettore. E’ facile da leggere e coinvolgente : è quasi come avere il tuo lettore al telefono.

Nota: cerca sempre di usare il singolare “tu” piuttosto che il plurale “voi”. Sì, si spera che tu abbia più di un lettore. Ma ognuno di essi vedrà i post del tuo blog individualmente. Evita di scrivere cose come “alcuni di voi” a meno che tu non stia cercando di creare il senso di un ambiente di gruppo.

2. Usa uno stile di scrittura informale

Lo stile della scrittura ha tante sfumature con uno spettro che va dal formale all’informale.

Con il tuo blog, è generalmente consigliabile puntare a un registro informale (o almeno neutro), come se si inviasse una email ad un amico. Questo ti fa sembrare caldo e alla mano.

In genere, utilizzerai:
Una lingua semplice (“ottieni” piuttosto che “ricevi” )
Frasi chiacchierate (“sarai pronto”)
Brevi frasi e paragrafi
Alcune caratteristiche “sgrammaticate”, ove appropriato (ad esempio, l’avvio di una frase con “E”)

Potresti dare un’occhiata più da vicino ad alcuni dei blog che leggi tu stesso. Come creano un senso di relazione attraverso il loro linguaggio? Come potresti riscrivere parte del loro post per renderlo più o meno formale? Quali parole o frasi cambieresti?

3. Dai al lettore spazio alla risposta

Le conversazioni sono bidirezionali,  questo significa lasciare che anche i tuoi lettori abbiano voce in capitolo. Se hai deciso di chiudere i commenti sul tuo blog, potresti prendere in considerazione l’idea di aprire una strada diversa per coinvolgere i lettori, come una pagina o un gruppo di Facebook.

Quando scrivi il tuo post, non sentirti in dovere di avere l’ultima parola su tutto.. Va bene dire che stai ancora pensando a un particolare argomento, o che stai ancora imparando. Questo dà ai tuoi lettori l’opportunità di esibirsi con le proprie esperienze o esperienze.

Spesso, puoi semplicemente chiedere ai lettori di aggiungere qualcosa al tuo post. Ad esempio, se hai scritto “10 modi fantastici per divertirti di più con il tuo blog”, chiedi ai lettori di contribuire con le loro idee nei commenti. Alcune persone non si sentiranno sicure di commentare se non sono esplicitamente invitate a farlo, idealmente con un suggerimento su ciò che potrebbero aggiungere (ad esempio “Cosa aggiungerebbe a questa lista?” O “Hai provato una di queste idee?”)

Con una nota un po ‘egoistica, se non sei sicuro del valore dei commenti, ricorda che non si tratta solo dei tuoi lettori che ottengono di più dal tuo blog. Alcune delle mie migliori idee per i post sui blog provengono dal suggerimento o dalla domanda di un lettore in un commento. E molti altri commenti mi hanno spinto a pensare in modo più sfumato su un argomento particolare.

Non esiste un modo “giusto” per  fare un blog, e alcuni blog saranno inevitabilmente più colloquiali di altri. Se desideri rendere i tuoi post un po ‘più colloquiali, prova a:

Usare “tu” e “Io”. Parla direttamente con il tuo lettore e condividi le tue esperienze, se necessario.
Rendi la tua lingua abbastanza informale. Non preoccuparti che tutto sia “corretto” – lascia che la tua voce e il tuo stile brillino.
Apri la conversazione invitando i lettori a commentare o incoraggiandoli a visitare la tua pagina Facebook (o unirti al tuo gruppo Facebook).

In conclusione

Hai provato a rendere il tuo blog più colloquiale? O è qualcosa per cui hai appena iniziato? In ogni caso, lascia un commento qui sotto per condividere le tue esperienze e i tuoi consigli.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *