Cosa è rel=”noopener” e come rimuoverlo

Recentemente uno dei nostri lettori si è chiesto: cos’è rel=”noopener” in WordPress?
Se scegliete di aprire un link in una nuova finestra, WordPress aggiunge questo attributo al vostro link.
In questo articolo vi spiegheremo cosa è rel=”noopener” in WordPress e come influisce sul vostro sito web.

Che cos’è rel=”noopener” in WordPress?

noopenerrel=”noopener” è un attributo HTML che viene aggiunto a tutti i link di WordPress che vengono selezionati per essere aperti in una nuova scheda del browser. È inoltre accompagnato da un attributo rel=”noreferrer”.

Questa funzione è stata introdotta in WordPress per affrontare una vulnerabilità di sicurezza che può essere sfruttata da siti web dannosi.

Esistono alcune funzionalità JavaScript che consentono a una nuova scheda di ottenere il controllo della sua finestra di riferimento. Se si collega a un sito web esterno interessato dal codice dannoso, quel sito web può utilizzare la proprietà JavaScript di window.opener per modificare la pagina originale (il vostro sito web) per rubare informazioni e diffondere codice dannoso.

L’aggiunta di rel=”noopener” impedisce a una nuova scheda di sfruttare questa funzione JavaScript. Allo stesso modo, l’attributo rel=”noreferrer” impedisce di trasmettere le informazioni del referrer alla nuova scheda.

WordPress è sempre all’avanguardia per aiutare la sicurezza del sito web. Quando si aggiunge un link e si seleziona “Apri nella nuova scheda”, WordPress aggiunge al codice del link l’attributo rel=”noopener” e rel=”noreferrer”.

Come rel=”noopener” influisce sul SEO?

Anche se l’attributo rel=”noopener” migliora la sicurezza di WordPress, molti utenti vogliono evitare di utilizzarlo pensando che possa influire negativamente sul loro SEO.

Tuttavia questo è solo un mito.

Non ha alcun impatto nel SEO del vostro sito WordPress o sulle prestazioni complessive di WordPress.

Qual è la differenza tra noopener e nofollow?

È facile confondere l’attributo rel=”noopener” con rel=”nofollow”.
In realtà sono due cose completamente differenti.

L’attributo noopener impedisce l’hacking del vostro sito web e migliora la sicurezza di WordPress.

D’altra parte, l’attributo nofollow impedisce al vostro sito web di trasmettere il link juice SEO al sito web collegato.

I motori di ricerca cercano e considerano l’attributo nofollow quando seguono un link sul vostro sito web.
Tuttavia, non prendono in considerazione il tag noopener.

Per impostazione predefinita, WordPress non consente di aggiungere nofollow ai link esterni. Se volete aggiungere nofollow in WordPress, allora dovrete utilizzare un plugin o modificare di volta in volta il link lato HTML.
Per maggiori dettagli, consultate il nostro articolo su come aggiungere titolo e nofollow ai link in WordPress.

Rel=”noreferrer” influenza i link di affiliazione?

Il rel=”noreferrer” non influisce sui link affiliati in WordPress. Alcuni utenti ritengono che ciò avvenga perché rel=”noreferrer” impedisce di passare le informazioni del referrer alla nuova scheda.

Tuttavia, la maggior parte dei programmi di affiliazione fornisce un URL univoco con il vostro ID affiliato. Ciò significa che il vostro ID affiliato viene trasmesso come parametro URL per il monitoraggio dell’altro sito web.

In secondo luogo, la maggior parte dei marketer di affiliazione utilizzano un plugin di occultamento dei link per i loro link di affiliazione.

Con il link cloaking, il link di affiliazione su cui i vostri utenti cliccano è in realtà l’URL del vostro sito web, che poi reindirizza gli utenti all’URL di destinazione.

Come disattivare rel=”noopener” in WordPress?

Non è necessario rimuovere rel=”noopener” dai link del tuo sito web.
E ‘un vantaggio per la sicurezza del tuo sito web e non ha alcun impatto SEO.

Tuttavia, se dovete rimuoverlo, dovrete disattivare l’editor di blocco Gutenberg in WordPress e utilizzare l’editor classico. Dopodiché dovrete aggiungere il seguente codice al file functions.php del vostro tema o un plugin specifico per il sito.

add_filter(‘tiny_mce_before_init’,’wpb_disable_noopener’);
funzione wpb_disable_noopener( $mceInit ) {
$mceInit[‘allow_unsafe_link_target’]=vero;
restituire $mceInit;
}

Nota: Si consiglia di NON rimuovere rel=”noopener”.
Non c’è alcuna buona ragione per farlo.

In conclusione

Speriamo che questo articolo vi abbia aiutato a conoscere rel=”noopener” in WordPress.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *