Come proteggere un sito dal negative Seo

negative seo

Negative Seo se lo conosci , lo puoi evitare

Questo articolo ti aiuterà a capire che cos’è il negative e come puoi proteggere il tuo sito web.
Se sei intenzionato a costruire un solido progetto web e tenerlo al sicuro, questo è qualcosa che non dovresti ignorare.

La difficoltà di raggiungere le prime posizione sui motori di ricerca per parole chiavi competitive ha contribuito ad una profonda trasformazione nell’approccio Seo. Poiché la SEO black hat è sempre più difficile da mettere in pratica, e sempre meno probabilità di ottenere risultati, è emerso un nuovo tipo di SEO chiamato “negative Seo“.

Argomenti trattati in questo post
1. Cosa è il negative Seo
2. Come prevenire il negative Seo
3. Negative Seo dai backlink , come scoprirlo
4. Proteggere i migliori backlink dal negative Seo
5. Proteggere il sito da malware e hacker
6. Controllare il contenuto duplicato
7. Controlla velocità del sito
8. Non essere vittima delle tue stesse strategie Seo

Cosa è il negative Seo?

Con il termine negative Seo si fa riferimento alla pratica di utilizzare tecniche black hat per danneggiare il posizionamento di un sito concorrente nei motori di ricerca.
Gli attacchi negative Seo possono assumere diverse forme:
Hacking del sito web.
Costruizione di centinaia o migliaia di collegamenti spam al sito.
Distribuzione in rete di contenuti copiati dal sito.
Puntare link al sito web usando parole chiave considerate spam come  Viagra, poker online e molte altre.
Creare profili sociali falsi danneggiando la reputazione online.
Rimozione dei migliori backlink al sito web.

Il SEO negative è una vera minaccia?

Sì, non c’è dubbio. Il SEO negative è una minaccia reale. Numerosi siti Web fanno i conti giornalmente con questo problema.
Dunque cercare di proteggere un sito dal negative Seo è una priorità.

Come prevenire il negative Seo

Imposta gli avvisi email dalle preferenze di Search Console.
Google può inviarti avvisi via email quando:
Il tuo sito Web è stato attaccato da malware
Le tue pagine non sono indicizzate
Hai problemi di connettività del server
Ricevi una penalità manuale da Google

Se non lo hai già fatto, collega il tuo sito web a Search Console di Google.

Accedi al tuo account e fai clic sulla rotellina in alto a destra  “Preferenze di Search Console”.
Ora Flagga “attiva notifiche email”.

Questo è solo il primo passo. Passiamo ora a quello più importante, monitorare il profilo dei backlink.

Negative Seo dai backlink , come scoprirlo

Il primo passo per scoprire se sei l’obiettivo del negative Seo dai link è la revisione del tuo profilo di backlink.
Puoi visualizzare il rapporto dei link del tuo sito in Search Console di Google per ottenere un elenco dei link che Google visualizza e utilizza come indicatori di autorità del tuo sito.

Ci sono anche altri strumenti come Majestic SEO, Opensite Explorer e Ahrefs, che possono trovare altri link in entrata non elencati nel rapporto di Search Console di Google.
Sappiamo che puoi ricevere un’azione antispam manuale per i link non elencati in Search Console, quindi è una buona idea ottenere il maggior numero di informazioni possibile.

Quando prendi in esame questi link, tieni d’occhio i seguenti elementi:

Un gran numero di nuovi collegamenti che non sono caratteristici del sito web
Collegamenti con testo di ancoraggio esatto per parole chiave competitive
Collegamenti da domini di bassa qualità
Collegamenti da blog di bassa qualità che potrebbero far parte di blog farm

Google ha rilasciato lo strumento Disalow per aiutare i webmaster a risolvere le minacce dei backlink Seo negative. Tuttavia lo strumento dovrebbe essere usato con cautela e solo come ultima opzione.

Se noti un calo nel posizionamento o nel traffico organico e non hai ricevuto un’azione manuale, potrebbe essere il risultato di un aggiornamento dell’algoritmo di Google.
Moz ha messo insieme una cronologia abbastanza completa degli aggiornamenti degli algoritmi di Google, quindi controlla se la perdita di posizioni nella ricerca corrisponde a quella.

Proteggere i migliori backlink dal negative Seo

Molto spesso, gli spammer cercano di rimuovere i migliori backlink. Solitamente contattano il proprietario del sito Web del link, usando il tuo nome, e chiedono al webmaster di rimuovere il tuo backlink.

Per evitare che ciò accada, puoi fare due cose:
Quando comunichi con i webmaster, utilizza sempre un indirizzo email dal tuo dominio, invece di utilizzare Gmail o Yahoo. In questo modo, dimostrerai che lavori per il sito web e che non è qualcun altro che finge di essere te. La tua email dovrebbe assomigliare a questo: [email protected] .

Dunque tieni traccia dei tuoi migliori backlink.

Proteggere il sito da malware e hacker

La sicurezza è estremamente importante. Ci sono diverse cose che puoi fare per proteggere un sito web.
Se utilizzi WordPress, installa Google Authenticator Plugin e crea una password di verifica in due passaggi.
Ogni volta che accedi al tuo sito Web WordPress, ti verrà richiesto di aggiungere un codice generato da Google Authenticator sullo smartphone (disponibile su iOS e Android).
Crea una password sicura con numeri e caratteri speciali.
Crea un backup dei tuoi file e database.

Controllare il contenuto duplicato

Una delle tecniche più comuni utilizzate dagli spammer è la duplicazione dei contenuti. Copiano il contenuto del tuo sito web ripubblicandolo dove possono. Se la maggior parte dei tuoi contenuti è duplicato, c’è una grande possibilità che il tuo sito web venga penalizzato. Puoi verificare se il tuo sito web ha pagine duplicate utilizzando Copyscape.com. Aggiungi semplicemente l’url o il corpo dell’articolo che vuoi verificare.
Copyscape ti mostrerà se il contenuto è stato pubblicato da qualche altra parte, senza la tua autorizzazione.

Controlla la velocità del sito web

Se il tuo sito web ha improvvisamente un tempo di caricamento molto elevato, assicurati che non sia perché qualcuno invia migliaia di richieste al secondo al tuo server. Se non agisci in fretta per fermarlo, gli spammer potrebbero mettere in down il tuo server. Un ottimo strumento che può aiutarti a monitorare i tempi di attività del server e il tempo di caricamento è Pingdom.com. Crea un account e attiva “avvisi via email”, così saprai quando il tuo sito web non funziona. Se il tuo sito è stato attaccato, contatta la tua società di hosting e richiedi assistenza al più presto.

Non essere vittima delle tue stesse strategie SEO

Assicurati di non danneggiare il posizionamento organico del tuo sito web utilizzando tecniche deprecate da Google.
Queste sono alcune delle cose che non dovresti fare:
Non collegare a siti Web penalizzati.
Non comprare link da reti di blog e non comprare link per il SEO.
Non pubblicare un numero enorme di post di ospiti di bassa qualità.
Non creare troppi back link sul tuo sito web utilizzando parole chiavi competitive.
Almeno il 60% dei tuoi testi di ancoraggio dovrebbe utilizzare il nome del tuo sito web.
Non vendere link sul tuo sito web senza che essi abbiano l’attributo “nofollow”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *